FIERA 2019: TUTTO COME PREVISTO DALLA LEGA……

Image result for FIERA GROTTAFERRATA

Purtroppo eravamo stati facili profeti quando in un nostro comunicato del 7 dicembre scorso lanciavamo l’allarme sulle procedure di assegnazione della prossima Fiera di Grottaferrata.  Nella determina n. 19 pubblicata ieri, come avevamo facilmente pronosticato, si afferma  che si procederà all’aggiudicazione mediante procedura negoziata  ai sensi dell’art. 36 del D.Lgs. n. 50 del 2016 secondo l’offerta economicamente più vantaggiosa anche se nella determina stessa poi si afferma che “c’è la necessità che l’appalto sia aggiudicato non tanto su una valutazione meramente economica quanto su una complessa integrazione tra il dato economico e quello tecnico e qualitativo…”. Chi deciderà e secondo quali parametri visto che nel bando non sono indicati?

Intanto il primo a trarre vantaggio da questa “urgenza” sarà l’aggiudicatario che invece dei 20mila euro più IVA dello scorso anno si vede ridotto il canone di aggiudicazione del 25% e quindi pari a 15mila euro più IVA considerato, così è scritto nella determina, “il maggior rischio operativo derivante la ristrettezza dei tempi per l’esecuzione dell’affidamento”.  Quindi ancora un volta tutto ciò che ricaverà Grottaferrata dalla sua fiera sono 15mila euro. Ha senso tutto questo? Secondo noi no. Non solo ma nel tragitto  tra la delibera di giunta n. 4/2019 che dava gli indirizzi per questa edizione al capitolato che è contenuto nel bando sono andati persi circa 1500 mq di tendostrutture. Quindi rispetto allo scorso anno chi prenderà la concessione dovrà preoccuparsi di allestire 1500 mq in meno su 6000 totali del 2018 ed oltretutto beneficerà di uno sconto sul canone del 25% grazie ai ritardi della politica. Chiediamo alla Giunta ovviamente se sono al corrente di questo sconto da 1500 mq visto che avevano approvato altro.

Ricordiamo dopo l’uscita del nostro comunicato del 7 dicembre scorso sia i commentini ironici che gli autori degli stessi in cui ci si accusava di dietrologia: guarda caso è finita proprio come avevamo preventivato in tempi non sospetti.  Sia chiaro che per quanto ci riguarda il problema è sempre e solo politico e non della burocrazia.

Abbiamo traccia e memoria  dei discorsi fatti lo scorso anno al taglio del nastro della 418° Fiera in cui si diceva, sempre testualmente, che questa nuova amministrazione “lavorerà per dare finalmente un nuova veste alla Fiera dal giorno dopo l’inaugurazione di questa edizione”, “cambiare passo affidando l’organizzazione ad un vero Ente Fiera” e non solo “abbiamo in mente (l’amministrazione) di trasformare la Fiera di Grottaferrata nel Capodanno dei Castelli Romani (!)”.

Risultato di tante belle parole? Incasso decurtato per il comune del 25%, progettualità assente, uffici come al solito costretti a lavorare in emergenza, delibera di giunta disattesa, fiera ancora più piccola, per Grottaferrata solo disagi senza ritorno, Ente Fiera nemmeno nominato per sbaglio in questi 12 mesi tra una fiera e l’altra e purtroppo non vorremmo aver ragione anche sul perché siano spariti i 1500 mq (lasciandone solo 500 mq dai 2000 previsti) dalla parte superiore di piazzale San Nilo (ma questo ce lo teniamo per noi).

Infine un ultima domanda:  ma perché aprendo i moduli di partecipazione alla gara troviamo scritto Comune di Colonna. Speriamo veramente sia un caso perché la coincidenza è davvero singolare……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...